Come funziona il processo di ricondizionamento device?

Come funziona il processo di ricnodizionamento?

Partiamo dalla base, e vediamo cosa sono i prodotti ricondizionati. Va detto che spesso, al posto del termine “ricondizionato” si usa il termine “rigenerato”, usato a tutti gli effetti come un sinonimo.


Durante il processo di ricondizionamento vengono effettuati interventi su più livelli. Si parla della sostituzione di accessori, della revisione di software e di applicazioni, della rigenerazione a livello estetico, della pulizia e dell’igienizzazione del prodotto, e infine del reset delle impostazioni, così da avere un dispositivo con le impostazioni predefinite di fabbrica. Passaggio fondamentale è poi quello del test: prima di mettere in vendita ogni singolo prodotto ricondizionato l’azienda è tenuta ad effettuare un test, per garantire l’efficacia della rigenerazione compiuta.

Non è un usato: la filosofia dietro al ricondizionamento

Si è capito quindi che un prodotto ricondizionato non è un prodotto usato. Potremmo dire che si tratta di un dispositivo che era “usato” – come precedentemente era stato “nuovo” – e che viene sottoposto a una procedura che lo fa diventare qualcos’altro, per l’appunto ricondizionato. Ecco quindi che il prodotto ricondizionato è un usato rigenerato e garantito, con la sostituzione di tutte le parti che erano risultate danneggiate o usurate. Chi acquista un prodotto ricondizionato quindi compra un device tecnologico a un prezzo molto conveniente, con la sicurezza di avere a che fare con un prodotto che è stato minuziosamente rinnovato e controllato dall’azienda.

I vantaggi: prezzo, garanzia e sostenibilità

Una cosa è acquistare uno smartphone usato dal vicino di casa, tutt’altra cosa è quindi acquistare uno smartphone ricondizionato, il quale ha dovuto attraversare una serie di test molto attenti. I vantaggi per l’acquirente, in sintesi, sono tre. Si parte ovviamente da quello economico, ovvero dal fatto di poter acquistare un dispositivo equiparabile al nuovo con un prezzo fortemente rivisto al ribasso, risparmiando fino al 70%.
Oltre a essere conveniente, l’acquisto di prodotti ricondizionati è anche sicuro, in quanto le aziende propongono solitamente delle garanzie, tipicamente della durata di 1 anno dal momento dell’acquisto. E questo è sicuramente un vantaggio enorme rispetto all’acquisto di dispositivi usati, i quali come è noto potrebbero rompersi il giorno dopo senza nessun risarcimento o senza nessuna assistenza gratuita offerta dall’azienda.
Infine, come anticipato, c’è un vantaggio a livello ambientale. Per la realizzazione di dispositivi tecnologici infatti è da mettere sempre in conto un impatto sull’ambiente, per l’estrazione dei minerali necessari, per la produzione dei supporti plastici e via dicendo. Il prodotto ricondizionato, oltre a non richiedere nuovamente questi processi, permette di ridare valore ai materiali già estratti, permettendo così di tagliare più dell’80% del debito ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.
Trustpilot
.