Scopriamo insieme l’iPhone 12!

Questo è l’anno di iPhone 12, un grande passo rispetto all’11 e un piccolo passo indietro rispetto al 12 Pro che ha quelle feature forse dedicate solo ai creator e ai professionisti.

Confezione e contenuto

La confezione è stata oggetto di numerose critiche e discussioni, al suo interno troviamo i classici adesivi Apple e solamente il cavo USB-C to lightning. Rispetto allo scorso anno mancano dunque caricabatterie da muro e cuffie EarPods.

Materiali design e touch-and-feel

Le misure sono identiche a quelle di iPhone 12 Pro con il prego di essere più leggero. Costruito in alluminio e vetro pesa 164 grammi ed è spesso 7.4mm. In mano sta benissimo, meglio ancora del pro per la già detta maggior leggerezza.

Come su ogni iPhone, non è presente il led di notifica. Troviamo il WiFi 6, il 5G, il bluetooth 5.0., NFC e il GPS dual-band. Gli altoparlanti sono stereo e la vibrazione è aptica.

Display

Il display è una bellissima unità OLED da 6.1″ HDR con risoluzione di 460ppi. Ottima la luminosità (nessun problema sotto la luce diretta del sole) ed il sensore che la regola sempre bene. La tacca è ancora presente ma non è una cosa che mi da particolarmente fastidio, è diventata quasi iconica e su iOS non abbiamo il problema delle notifiche sulla barra. A differenza della versione Pro la luminosità media è inferiore nonostante l’identico dato di picco.

Processore e memoria

Il processore è il nuovissimo Apple A14 (primo chipset realizzato con processo produttivo a 5nm) affiancato da 4Gb di memoria RAM e 64/128/256 di memoria interna non espandibili. Il processore è un fulmine ed ha enormi capacità di elaborazione grafica. I 2Gb in meno di memoria rispetto alla versione Pro si sentono solo quando ci sono tantissime app aperte.

Batteria

La batteria è un’unità da 2815 mAh e rispetto alla capacità nominale, unita al fatto che è dotato di 5G, l’autonomia ha dell’incredibile. Nella mia giornata stress riesce a portarmi a sera con circa il 20% di autonomia residua. Il menù batteria permette di impostare una carica ottimizzata per preservare la batteria. Probabilmente non hanno trovato la quadra energetica per inserire un display con refresh rate a 120hz. Supporta la ricarica fino a 20W e permette di ricaricare il 50% in 30 minuti ed il 100% in 1 ora e 15 minuti. Dotato di ricarica wireless che grazie al MagSafe può raggiungere i 15W. Per quanto riguarda il 5G è stata inserita tra le impostazioni la possibilità di inserirlo in “automatico” facendo decidere allo smartphone quando utilizzarlo. Io devo dire che mi sono trovato bene con questa impostazione. La batteria dura, in linea di massima un filo di più rispetto alla versione Pro, probabilmente per via della luminosità media leggermente più bassa.

Software ed ecosistema

il software è basato su iOS 14 con tutte le peculiarità del caso. Presenti Widget e tutte le caratteristiche del super ecosistema Apple, tra cui quelle dedicate alla sicurezza.

 

Reparto telefonico

Dotato di possibilità di inserire due sim di cui una deve essere una e-sim. Ottima la ricezione (un pelo meglio rispetto al Pro) e davvero buono il modem, speedtest da paura! Buono l’audio sia in capsula che in vivavoce (stereo).

Foto e video

Il comparto fotografico è composto da due fotocamere da 12MP: la principale f/1.6 con OIS e la grandangolare. Manca lo zoom 2x, ma per il resto le foto sono sostanzialmente uguali a quelle di iPhone 12 Pro. Bomba i video ma peggior effetto ritratto. Identiche le foto e i video dalla fotocamera anteriore. Non c’è la possibilità di girare i video in 4K 60fps HDR, limite software imposto da Apple.

Audio

Il volume è decisamente interessante così come la capacità stereofonica. Buoni anche i bassi.

App e gaming

Nessun problema nel mio solito trittico app, la velocità è impressionante per un cellulare.

Real Racing si avvia in 8″ e i giochi, in generale, girano benissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.
Trustpilot
.